Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

Rimani informato sugli aggiornamenti di SOS-OFFICE. Inserisci il tuo indirizzo e-mail: Informativa sulla privacy

Excel

  • In post precedente avevamo spiegato come realizzare, tramite una query, una tabella pivot che riepiloga i dati di più fogli di lavoro.

    Avevamo già accennato al fatto che l'indirizzo del file coi dati, anche se è lo stesso dove si trova la tabella pivot, è memorizzato con tutto il suo percorso, all'interno del file con la tabella pivot e che, dunque, se si sposta o rinomina il file occorre aggiornare la stringa di connessione.

  • Molto spesso le persone ai corsi mi chiedono come far sì che una tabella pivot si aggiorni quando aumentano le righe dell’elenco di partenza.
    Pochi sanno che esiste una soluzione estremamente semplice a questo problema: si tratta del ricorso alle tabelle di Excel.

  • Abbiamo visto un post precedente quanto possono essere utili le query di Excel. Sono uno strumento potente e spesso poco utilizzato. Per renderlo ancora più efficace, può essere necessario un piccolo correttivo, dovuto al fatto, che Excel memorizza il percorso assoluto del file su cui si esegue la query, questo anche se si esegue la query sui dati contenuti nello stesso file in cui ne si chiede la restituzione (magari filtrati). Questo fa si che, anche se si ha a che fare con un file solo, se si sposta questo file, le query potrebbero non funzionare più.

  • Se registrate una macro, Office vi chiede di assegnarla ad una combinazione di tasti, ma se la avete scritta voi? In questo post vedremo come farlo via interfaccia, Purtroppo la procedura è diversa se si lavora in Word o in Excel.

  • A vuole capita che a causa di un componente aggiuntivo creato da voi o da terze parti uno deiprogrammi Office non si riesca ad avviare correttamente.

    Allora provate ad aprirlo in modalità protetta, cioè senza caricare i componenti aggiuntivi.

    Se lavorate con Win 8, nella schermata con l'elenco delle App, nella casella di ricerca in alto a destra scrivete excel /safee premete il tasto INVIO

    Se, invece, lavorate con Windows 7, fate clic sul pulsante Start, quindi scegliete Esegui scrivete excel /safee premete il tasto INVIO

  • Nel post di oggi, voglio mostrare come contare con VBA le righe che risultano dalla applicazione di un filtro automatico in Excel, sia che questo sia stato applicato via codice che in modo interattivo tramite l’interfaccia di Excel.

  • Per impostazione predefinita, Excel mostra nei grafici solo i dati delle celle visibili. Alle volte però ci sono dati che si vogliono nascondere, magari perchènon sono utili e li si sono inseriti nel foglio di lavoro per comodità, ad esempio come abbiamo fatto con le celle che contengono la media dei valori nell'articolo relativo ad un asse orizzontale arbitrario.

    A causa di questa impostazione predefinita, non si possono nascondere queste celle, altrimenti scompaiono dal grafico. Per la verità, esiste una soluzione per cambiare questa opzione. Vediamo quale.

  • Possiamo usare un grafico a torta per rappresentare la parte mancante di un tutto.

    Immaginiamo di avere i seguenti dati

  • Le tabelle pivot sono uno degli strumenti più utili e potente disponibili in Excel, ma, purtroppo, spesso gli utenti non le conoscono o non sanno sfruttarne a pieno le potenzialità. Da oggi voglio iniziare una serie di post per approfondire meglio questo argomento.

  • Anche oggi parliamo di tabelle Pivot. Questa volta vediamo come applicare la formattazione condizionale anche con le tabelle pivot. Ne abbiamo già parlato in post precedente. Ora vogliamo riprendere il discorso e approfondirlo.

  • Oggi riprendiamo il nostro discorso sulle tabelle Pivot: oggi vogliamo mostrare come modificare il modo in cui vengono mostrati i valori. Riprenderemo dalla tabella pivot che abbiamo realizzato nel nostro ultimo articolo su questo argomento.

  • Continuiamo con il nostro lavoro con le tabelle pivot. Di norma quando una cella è vuota, non viene mostrato al suo interno nessun valore, ma se la cella contiene il valore 0, questo viene mostrato. Come possiamo nasconderlo?

  • Oggi ritorniamo sulle tabelle pivot. Questa volta, vogliamo proporre una funzionalità un po' più avanzata, come la possibilità di raggruppare i dati nella tabella pivot in base alle date.

  • Dopo un po' di tempo torno con un breve post per segnalare che, se usate Excel 2016 ita, per inserire la data corrente in una cella, invece del classico Ctrl + Maiusc + ;, dovete usare la combinazione AltGr + a.

  • Oggi uno spunto veloce. Se volete aggiungere velocemente una riga in Excel, premete la combinazione di tasti Ctrl +. Con Ctrl -, invece, potrete eliminare al volo una riga.

  • Purtroppo Excel non dispone di una funzione che permette di contare i valori univoci in un intervallo di dati. Questa esigenza però è frequente. Vediamo come risolverla usando una combinazione di funzioni.

  • Quando si tenta di creare un istogramma che usa due assi (ad esempio per serie di dati che hanno dimensioni molto diverse o usano diverse unità di misura), norma, per evitare che le colonne relativi ai dati dell’asse secondario si sovrappongano a quelle relative ai dati dell’asse secondario dell’asse.

  • Nella versione di 2016 di Excel è stato introdotto il tipo di grafico Pareto, il che rende la creazione di questo tipo di grafico più veloce, ma non significa che, con un po’ di lavoro, si possa creare un grafico Pareto anche nelle versioni precedenti.

  • Il post di oggi si ispira ad una richiesta che ci è arrivata da un lettore a seguito di questo articolo. In pratica l'esigenza è quella di evidenziare con una formattazione condizione il valore minimo di ogni riga di un intervallo, senza dover riscrivere la formula per ogni riga.

Joomla templates by a4joomla