Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

Rimani informato sugli aggiornamenti di SOS-OFFICE. Inserisci il tuo indirizzo e-mail: Informativa sulla privacy

Molto spesso le persone ai corsi mi chiedono come far sì che una tabella pivot si aggiorni quando aumentano le righe dell’elenco di partenza.
Pochi sanno che esiste una soluzione estremamente semplice a questo problema: si tratta del ricorso alle tabelle di Excel.

Invece di creare la tabella pivot specificando come origine dati un intervallo di celle è bene convertire quell’intervallo in tabella e usare la tabella, alla quale Excel assegna un nome, come origine dati della tabella pivot.

La tabella si espande automaticamente ogni volta che le viene aggiunta una riga o una colonna.

In questo modo aggiornando la tabella pivot, le righe aggiunte saranno automaticamente aggiunte alla tabella pivot.

Vediamo come procedere.

Per prima cosa bisogna convertire l’elenco di dati in tabella. È un’operazione molto semplice: basta fare clic in una cella dell’elenco, quindi, nella scheda Home, nel gruppo Stili, scegliere una formattazione qualunque dall’elenco Formatta come tabella.

Il vostro elenco sarà convertito: ve ne accorgete anche perché sono comparsi gli elenchi a tendina del filtro nelle celle d’intestazione.

Excel assegna un nome generico (Tabella1,..) alla tabella. Se lo desiderate, potete assegnarle un nome più specifico. Basta fare clic all’interno della tabella e portarsi nella scheda Progettazione degli Strumenti tabella. Qui, tutto a sinistra, troverete la casella Nome tabella: usatela per definire un nome personalizzato per la vostra tabella.

A questo punto, potete tornare alla tabella e creare normalmente la tabella pivot.

La finestra di creazione della tabella pivot, mostrerà il nome della tabella come origine dati, invece che gli indirizzi delle celle che costituiscono l’intervallo.

Se ora provate ad aggiungere una riga sotto alla tabella, vi accorgerete che questa si allungherà automaticamente a comprendere la nuova riga che, così, fare anche parte dell’intervallo di origine della tabella pivot. Basterà aggiornare la tabella per vedere al suo interno anche questi nuovi dati.

 

Joomla templates by a4joomla