Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

Rimani informato sugli aggiornamenti di SOS-OFFICE. Inserisci il tuo indirizzo e-mail: Informativa sulla privacy

Oggi parliamo di come calcolare la differenza fra due date in Excel. Avevamo già affrontato una questione simile in un vecchio post. Oggi voglio tornare sull'argomento, proponendo un approccio diverso: l'uso della funzione DATA.DIFF (DATEDIFF, in inglese) ,una funzione molto utile, ma completamente assente dall'interfaccia di Excel o dalla documentazione.

Mancando dalla documentazione, non potete inserire questa funzione attraverso la finestra Inserisci funzione, facendovi aiutare nell’inserimento degli argomenti.

Bisogna procedere manualmente, con questa sintassi

=DATA.DIFF(data vecchia; data nuova; intervallo)

Intervallo indica l’intervallo temporale (anni, mesi, giorni,…) in cui volete che vi sia restituita la differenza fra le date.

Questo argomento può assumere i seguenti valori

"y": la differenza fra date è espressa in anni

"m": la differenza fra date è espressa in mesi

"d": la differenza fra date è espressa in giorni

"ym": la differenza fra date è espressa in mesi, tralasciando gli anni interi

"yd": la differenza fra date è espressa in giorni, tralasciando gli anni

"md": la differenza fra date è espressa in giorni, tralasciando gli anni e i mesi

Questi argomenti vanno sempre posti fra virgolette.

Immaginiamo di avere in A1 la data da cui i voglio calcolare la differenza rispetto ad oggi. Se volessi sapere quanti anni, mesi e giorni sono trascorsi da quella data, potrei scrivere:

in A2 =DATA.DIFF(A1;OGGI();"y")

in A3 =DATA.DIFF(A1;OGGI();"ym")

in A4 = =DATA.DIFF(A1;OGGI();"md")

Joomla templates by a4joomla