Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

Rimani informato sugli aggiornamenti di SOS-OFFICE. Inserisci il tuo indirizzo e-mail: Informativa sulla privacy

In questo post voglio rispondere alla richiesta che ci è stata fatta in un commento da un lettore.

Vogliamo evidenziare con la formattazione condizionale, il valore di una cella rispetto alla cella precedente, ossia se il valore è contenuto nella cella è aumentato rispetto a quello contenuto nella cella precedente, è diminuito o è rimasto invariato.

Per cominciare proponiamo una soluzione basata sui colori:

  • sfondo rosso se la cella ha un valore minore della precedente
  • sfondo giallo se la cella ha lo stesso valore della precedente
  • sfondo verde se la cella ha un valore maggiore della recedente

In un prossimo post vedremo come usare come evidenziare la variazione rispetto alla cella precedente, ricorrendo ad un set di icone invece che ai colori di sfondo

Noi lavoreremo in riga, quindi valuteremo il valore della cella che si trova nella stessa riga della colonna precedente, ma con pochi aggiustamenti, lo stesso approccio può essere usato per lavorare in colonna e valutare il valore di una cella che si trova nella stessa colonna, ma nella riga sopra.

Immaginiamo di lavorare con i dati della figura qui sopra.

Selezionate l'intera riga 1, facendo clic, sul numero intestazione di riga e avviate la creazione di una regola di formattazione condizionale (Scheda Home, gruppo Stili, Formattazione condizionale > Nuova regola).

Nella finestra Nuova regola di formattazione condizionale, fate clic su Utilizza una formula per determinare le celle da formattare.  Quindi, nella apposita casella, inserite la formula che segue

=A$1>SCARTO(A$1;0;-1;1;1)

La formula non è difficile da comprendere se si conosce la funzione SCARTO e se ricordate che quando si scrive una regola di formattazione condizionale per un intervallo di celle, è come la si scrivesse per la prima cella selezionata nell'intervallo (A1, nel nostro caso specifico).

Abbiamo parlato della funzione scarto nei post sugli intervalli dinamici, se vi interessa consultarli, li trovate elencati fra gli articoli suggeriti, alla fine di questo post.

La funzione SCARTO (che fa parte delle funzioni di ricerca e riferimento), restituisce il riferimento a un intervallo

che viene costruito con uno spostamento rispetto a una cella o a un intervallo di celle di un numero specificato di righe e di colonne. Si deve indicare una cella di partenza, di quanto ci si deve spostare da questa cella e le dimensioni dell’intervallo che si vuole costruire. Per far questo, la funzione richiede cinque argomenti (i primi tre sono obbligatori):

  • Rif è il riferimento da cui si desidera che inizi lo spostamento. Questo valore deve essere un riferimento di cella. Nel nostro caso partiamo dalla cella A1;
  • Righe è il numero di righe di cui ci si vuole spostare verso l’alto o verso il basso.  Se il valore specificato è positivo lo spostamento è verso il basso. Con un valore negativo, lo spostamento è verso l’alto. Nel nostro caso lo spostamento è di 0 righe, quindi l’intervallo che otterremo partirà dalla riga 1;
  • Colonne è il numero di colonne di cui ci si vuole spostare verso l’alto o verso il basso. Se il valore specificato è positivo lo spostamento è verso destra, altrimenti è verso sinistra. Nel nostro caso lo spostamento è di -1 colonne, quindi l’intervallo che otterremo partirà dalla colonna precedente alla colonna in cui ci troviamo;
  • Altezza indica l’altezza dell’intervallo che si vuole ottenere espressa in numero di righe. Nel nostro caso l'intervallo sarà di una cella sola, quindi il valore di questo argomento è 0.
  • Largh indica la larghezza dell’intervallo che si vuole ottenere espressa in numero di colonne. Nel nostro caso l'intervallo sarà di una cella sola, quindi il valore di questo argomento è 0.

In pratica la funzione SCARTO ci permette di creare un riferimento alla cella precedente rispetto a quella in cui ci troviamo e quindi effettuare il confronto.

Una volta impostata la funzione, scegliete uno sfondo verde per le celle che soddisfano questa regola.

Dopo questa prima regola che evidenzia i valori maggiori di quelli della cella precedente, dovete crearne un'altra per evidenziare i valori uguali. Il formato da scegliere sarà uno sfondo giallo, mentre la formula da usare sarà la seguente

=A$1=SCARTO(A$1;0;-1;1;1)

Poi occorre una formula per evidenziare le celle che hanno un valore minore della cella precedente. In questo caso avranno lo sfondo rosso.

=A$1<SCARTO(A$1;0;-1;1;1)

Per completare il lavoro, ci occorre una formula che eviti che siano formattatale le celle che non contengono alcun valore.

=VAL.VUOTO(A$1)

Non spieghiamo quest'ultima formula, dato che le abbiamo dedicato un intero post.

Alla fine della procedura se scegliete Scheda Home, gruppo Stili, Formattazione condizionale > Gestisci regole dovreste vedere le regole presenti nella figura che segue

Con queste regole, il foglio da cui siamo partiti si dovrebbe presentare come nella figura qui sotto

Nei prossimi giorni pubblicheremo un post che spiega come evidenziare la variazione rispetto alla cella precedente, ricorrendo ad un set di icone invece che ai colori di sfondo.

Commenti   

Alessandra
#4 Alessandra 2015-09-17 09:31
Ciao Christian
non uso openoffice, quindi non posso provare, però, ammettendo che i tuoi dati sinao nella colonna a, in Excel, la formula di formattazione condizionale per evidenziare i doppi è

=CONTA.SE($A:$A;A1)>1

Fammi saopere come va
Citazione
christian
#3 christian 2015-09-17 09:24
Buongiorno,
uso da poco excell ( openoffice ). :oops:
potete dirmi come su una colonna di 65.000 codici posso colorare tutti i codici doppi ( possono essere doppi tripli etc) ?
premetto che li ho gia disposti dal numero minore al maggiore e che qualche cella è vuota ma tanto rimangono prime o ultime celle a seconda della disposizione )
grazie!!
Citazione
Alessandra
#2 Alessandra 2015-06-11 09:03
Nel senso che vorresti operare in riga e non in colonna?
SI fa allo stesso modo solo che si crea lo scarto "salendo" di una riga rimanendo nella stessa colonna

Immaginando di lavorare nella colonna A

=SCARTO($A1;-1;0;1;1)

Quindi, per evidenziare le celle che hanno un valore maggiore di quelle nella riga precedente

=$A1>SCARTO($A1;-1;0;1;1)
Citazione
Alessandro23
#1 Alessandro23 2015-06-10 15:17
Ottimo articolo. Se io invece volessi evidenziare tutta la colonna? C'è un modo?

Grazie
Citazione
Joomla templates by a4joomla