Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

Rimani informato sugli aggiornamenti di SOS-OFFICE. Inserisci il tuo indirizzo e-mail: Informativa sulla privacy

Chi ha lavorato con Access 2007, probabilmente, sa che Access permette di creare un pacchetto di installazione di una applicazione database (ed eventualmente della versione runtime di Access) in modo da poter distribuire facilmente la propria applicazione anche ad utenti che non dispongono di Microsoft Access.

Con Access 2007 questa funzionalità andava installata a parte, non era compresa in modo nativo nel software. Si trattava di scaricare e installare le Developer Exstensions. Ora la funzionalità in questione è già compresa in Access, ma bisogna essere sicuri che sia stata correttamente attivata con l'installazione.

Per poter usare questa funzionalità, aprite il pannello di controllo e portativi alla sezione Programmi. Individuate Microsoft Office e scegliete di cambiarne l'installazione.

Access installare la funzionalità di creazione di un pacchetto

Fate in modo che la Creazione guidata pacchetto sia in esecuzione dal computer locale.

Quando questa funzionalità è disponibile, si può tornare ad Access e avviare la creazione del proprio pacchetto.

La creazione di un pacchetto avviene in modo identico in Access 2007 e Access 2010. Quindi la procedura che descriveremo di seguito è valida si aper gli utenti di Access 2007 che per quelli di Access 2010.

Prima di avviare questa procedura è opportuno scaricare Access Runtime in modo che, se lo si desidera, lo si potrà includere nel pacchetto e l'utente potrà fruire del vostro lavoro senza dover procedere autonomamente a scaricare il modulo Runtime, qualora non disponga di Access.

Scaricate qui il modulo runtime per Access 2007 e qui quello per Access 2010.

Il modulo runtime, va solo scaricato, non è necessario installarlo.

Per avviare la creazione del pacchetto da Access 2007, aprite il menu del pulsante Microsoft Office e scegliete Devloper > Pacchetto. Per fare altrettanto da Access 2010 aprite il Backstage e scegliete Salva e pubblica, quindi Pacchetto e poi premete il pulsante Pacchetto nell'area di destra.

avviare la creazione di un pacchetto da Access 2010

Visualizzerete la prima schermata della Distribuzione guidata pacchetti.

Access creazione pacchetto

Visto che si tratta del primo pacchetto, immaginiamo di non avere nessuna impostazione salvata e quindi procediamo assolutamente da zero.

L'unica operazione da fare in questa prima schermata, consiste nello specificare, nella casella Cartella destinazione, la cartella in cui volete che Access salvi i file del pacchetto che poi dovrete distribuire. Fatto questo proseguite.

La seconda schermata richiede più impostazioni. I campi evidenziati da un asterisco rosso sono obbligatori. La finestra proposta potrebbe essere troppo piccola per visualizzare tutte le opzioni. Eventualmente usate le barre di scorrimento per visualizzare tutti i campi.

Nella casella File da inserire nel pacchetto, specificate il nome e il percorso del database che volete impacchettare (questo anche se è il database correntemente aperto). Dall'elenco a discesa Cartella di installazione radice, occorre stabilire dove deve essere installo il database che stiamo impacchettando nel computer degli utenti finali (avremo modo di ritornare su questa impostazione più avanti).

Nella casella Sottocartella di installazione, si può specificare il nome da assegnare ad una cartella da creare nella posizione specificata sopra in cui inserire i file di installazione del database impacchettato. Il percorso completo che avranno i file una volta installati è leggibile nella casella (di sola lettura) Percorso di installazione esempio.

Nella sezione Requisiti di preinstallazione, occorre scegliere come gestire il modulo Runtime.

Le opzioni disponibili sono tre. La prima, per la verità, non utilizza il runtime, ma richiede l'installazione completa di Access.

La seconda fa in modo che durante l'installazione del database impacchettato, venga verificata la presenza del Runtime sul computer dell'utente finale e, nel caso in cui questo non sia disponibile, viene scaricato da Internet e quindi installato. Questa soluzione è molto comoda perché non richiede di inserire il runtime nel pacchetto e, dunque, ne riduce le dimensioni, inoltre evita che il runtime sia reinstallato, se già presente, però ha lo svantaggio di richiedere che l'installazione avvenga con la connessine ad Internet disponibile.

A questo ovvia la terza possibilità, che permette di inserire il Runtime nel pacchetto e avviarne automaticamente l'installazione (l'installazione viene effettuata comunque anche se il lettore Runtime è già installato nel computer dell'utente finale).

Nella sezione Opzione dei collegamenti della finestra, si può "rifinire" esteticamente l'installazione, innanzi tutto specificando dove deve essere creato il collegamento al database installato (le opzioni possibili sono Menu Start e Desktop).

Nella casella Nome collegamento, poi, potete specificare il nome da usare per il collegamento al database nel Menu Start o nel Desktop (o in entrambi). Nella casella Icona è anche possibile specificare un file .ico da utilizzare come icona per il collegamento.

Infine, nelle caselle Macro di avvio e Valore del comando VBA che permettono, rispettivamente, di specificare la macro da richiamare all'apertura del database e/o nome di una routine di Visual Basic che verrà eseguita ogni volta che si carica l'applicazione.

Una volta definite le impostazioni di questa schermata, passate alla successiva. Questa schermata è divisa in due riquadri. Quello in alto permette di specificare il nome di file esterni al database da includere nel pacchetto. Il riquadro in basso è un po' più delicato e conviene ignorarlo, se non si sa esattamente quello che si sta facendo. Infatti permette di specificare le chiavi del registro di sistema che si desidera vengano create durante l'installazione dell'applicazione.

Quando avete definito anche queste impostazioni, passate alla schermata ancora successiva, l'ultima.

Creare un pacchetto Access

Anche qui le impostazioni obbligatorie sono segnalate da un asterisco rosso. Nella sezione Proprietà generali, nella casella Nome prodotto, dovete assegnare un nome al database impacchettato. Dall'elenco a discesa Lingua installazione, potete scegliere la lingua da visualizzare durante l'installazione dell'applicazione. L'opzione predefinita è l'italiano. Nella casella Contratto di licenza con l'utente finale (EULA)   potete specificare il nome e il percorso di un file in formato RTF che contiene il testo del contratto di licenza con l'utente finale e che sarà nell'applicazione.

Se passate alla sezione Informazioni sulla caratteristica, trovate la casella Titolo della caratteristica in cui dovete indicare un testo da visualizzato quando l'utente seleziona l'opzione Personalizzata durante l'installazione dell'applicazione. Oltre a questo testo che sarà usato come titolo, se ne deve fornire anche una descrizione che verrà mostrata nel caso in cui l'utente facesse clic sul collegamento Fare clic qui per ottenere informazioni sul supporto relativo all'applicazione in Installazione applicazioni nel Pannello di controllo.

Nella sezione Proprietà dei file per il pacchetto di Windows Installer, è possibile specificare le informazioni da visualizzare se l'utente fa clic con il pulsante destro del mouse sul file Setup.msi  e sceglie l'opzione Proprietà dal relativo menu contestuale.

Per finire, nella sezione Opzioni avanzate, è possibile specificare il nome di un file immagine (.jpg o .bmp) da usare come sfondo del programma di installazione.

Nella casella Codice prodotto visualizzate un codice che identifica in modo univoco una particolare versione del prodotto. Nella casella, Codice di aggiornamento, trovate un altro codice viene utilizzato per creare versioni del prodotto correlate già installate. Per ulteriori informazioni su queste ultime opzioni, utilizzate il collegamento presente sulla schermata che stiamo analizzando.

Quando avete completato anche questa schermata, premete il pulsante Ok per avviare la creazione del pacchetto.

Access vi chiede se volete salvare le impostazioni definite. se pensate di aver bisogno di riutilizzarle, fatelo. Altrimenti non è necessario. Appena rispondete a questa domanda, viene avviata la creazione del pacchetto che può richiedere un po' di tempo (a seconda delle dimensioni del database che state "impacchettando").

Alla fine della procedura non viene mostrato nessun messaggio di conferma, ma viene aperta la cartella in cui sono stati inseriti i file che costituiscono il pacchetto.

Prima di concludere è bene precisare che quando l'utente tenta di installare il vostro pacchetto, potrebbe ricevere un messaggio di errore che segnala la mancanza del file setup.in. Questo succede perchè questo file, invece che trovarsi nella cartella radice del pacchetto (cioè allo stesso livello del file setup.exe, si trova nella sottocartella \Files\Setup. Se col vostro pacchetto si verifica questo problema, copiate questo file e incollatelo nella cartella radice. fatto questo potete tranquillamente distribuire il vostro pacchetto ai vostri utenti.

Commenti   

cbuz
#1 cbuz 2016-03-08 20:19
Ciao, quale runtime usare, 32 0 64 bit? Entrambi i sistemi operativi (quello dove ho scritto l'applicazione - win 7 pro -e quello dove dovrà girare - win 8.1) sono a 64 bit ma Office 2010 dove ho scritto l'applicazione è 32 bit.
Grazie
Citazione
Joomla templates by a4joomla